La Privacy Policy: è davvero così importante?

Negli ultimi tempi se ne sente parlare spesso, ma che cos'è davvero e perché è così importante? Ecco tutto quello che c’è da sapere in merito.


In un mondo in cui la privacy assume sempre più la forma di un miraggio, almeno su internet dovremmo poter sapere se i nostri dati vengono raccolti e che cosa viene fatto di questi ultimi.. o forse no?

La risposta ovviamente è: sì, dovremmo e non siamo noi a dirlo, ma la legge sulla tutela dei dati personali.

Qualunque sito, infatti, che raccoglie i dati degli utenti o tiene anche solo traccia delle visite al sito tramite strumenti come Google Analytics, deve essere dotato di una Privacy Policy.

Ma vediamo bene di che si tratta.

 

Che cos'è la Privacy Policy?

La Privacy Policy non è altro che un documento all'interno del sito, che informa gli utenti circa il trattamento dei loro dati personali.

Nella classificazione di questi ultimi, non rientrano solo il nome, il cognome o l'indirizzo e-mail dell'utente, ma anche un semplice Cookie impiegato da Google Analytics.


Non sai cosa sono i Cookie e vuoi saperne di più?

Leggi il nostro articolo


Quando è obbligatoria?

  • Quando il sito raccoglie dati personali;
  • Quando i dati raccolti non sono per fini “esclusivamente personali”;
  • Quando un soggetto terzo è coinvolto nel trattamento dei dati personali.

 

Che cosa deve essere presente all'interno del documento?

  • La tipologia dei dati raccolti (es. Nome, E-mail);
  • L'identità e le informazioni di contatto del titolare o del responsabile del trattamento (es. il proprietario del sito web o applicazione);
  • I soggetti terzi che avranno accesso a questi dati (es. Facebook, Google);
  • Le finalità per il quale i dati vengono raccolti (es. advertising, invio di newsletter, statistica);
  • I diritti degli utenti.

Vuoi approfondire questi punti?

Leggi questo articolo


Posso scrivere un documento di Privacy Policy solo tenendo conto dei punti sopraelencati?

Non proprio, le Privacy Policy non sono dei documenti standard e devono essere redatti esaminando l'effettiva modalità di trattamento dei dati all'interno dell'azienda.

 

Cosa succede se un sito ne è sprovvisto?

Rischia delle multe piuttosto costose, e sono molto più probabili di quanto tu possa immaginare. Le sanzioni vanno infatti da un minimo di 3.000 euro, ad un massimo di 50.000 euro.

Molti servizi controllano che ogni sito all'interno del proprio network sia provvisto di una Privacy Policy, e se non ne trovano una che informi gli utenti circa il loro servizio, bloccano l'account del titolare.

 

Chi controlla che le norme della privacy vengano rispettate?

Ad occuparsene dovrebbe essere l'Autorità Garante per la Privacy, che può ricevere segnalazioni per violazioni direttamente dagli utenti ed agire di conseguenza, tuttavia il modo più comune in cui queste violazioni vengono allo scoperto è tramite controlli di routine della Guardia di Finanza.

 

In conclusione

Le Privacy Policy sono un documento che informa gli utenti circa il trattamento dei propri dati personali, che ogni sito deve avere se non vuole incorrere in multe salate.

La privacy quindi, non è un argomento da prendere sotto gamba, specie se riguarda quella degli utenti.


Hai bisogno di aiuto nello scrivere una Privacy Policy?

Rivolgiti a noi


 

Leggi articoli su questi argomenti:

see all